web site hit counter Dormire in un mare di stelle. Volume 2 - Ebooks PDF Online
Hot Best Seller

Dormire in un mare di stelle. Volume 2

Availability: Ready to download

Tanto tempo fa avete volato sulle ali dei draghi, ora siete pronti a volare... in un mare di stelle? Una donna, una terribile scoperta, una lotta per la sopravvivenza. L'unica speranza dell'umanità. È l’ultima missione nello spazio per la scienziata Kira Navárez. Semplici rilievi di routine su un pianeta non ancora colonizzato. Ma il giorno della partenza accade qualcosa di Tanto tempo fa avete volato sulle ali dei draghi, ora siete pronti a volare... in un mare di stelle? Una donna, una terribile scoperta, una lotta per la sopravvivenza. L'unica speranza dell'umanità. È l’ultima missione nello spazio per la scienziata Kira Navárez. Semplici rilievi di routine su un pianeta non ancora colonizzato. Ma il giorno della partenza accade qualcosa di inatteso. Qualcosa di terribile. Spinta dalla curiosità, Kira si imbatte in un reperto alieno. Il terrore la invade quando il pulviscolo intorno a lei comincia a muoversi. Una guerra tra le stelle è alle porte, e Kira è trascinata nelle profondità della galassia in un'odissea di scoperte e trasformazioni. Lei ha dalla sua compagni formidabili e un coraggio immenso. Ma soltanto fidandosi davvero di se stessa potrà combattere per i propri simili e affrontare il suo prodigioso destino.


Compare

Tanto tempo fa avete volato sulle ali dei draghi, ora siete pronti a volare... in un mare di stelle? Una donna, una terribile scoperta, una lotta per la sopravvivenza. L'unica speranza dell'umanità. È l’ultima missione nello spazio per la scienziata Kira Navárez. Semplici rilievi di routine su un pianeta non ancora colonizzato. Ma il giorno della partenza accade qualcosa di Tanto tempo fa avete volato sulle ali dei draghi, ora siete pronti a volare... in un mare di stelle? Una donna, una terribile scoperta, una lotta per la sopravvivenza. L'unica speranza dell'umanità. È l’ultima missione nello spazio per la scienziata Kira Navárez. Semplici rilievi di routine su un pianeta non ancora colonizzato. Ma il giorno della partenza accade qualcosa di inatteso. Qualcosa di terribile. Spinta dalla curiosità, Kira si imbatte in un reperto alieno. Il terrore la invade quando il pulviscolo intorno a lei comincia a muoversi. Una guerra tra le stelle è alle porte, e Kira è trascinata nelle profondità della galassia in un'odissea di scoperte e trasformazioni. Lei ha dalla sua compagni formidabili e un coraggio immenso. Ma soltanto fidandosi davvero di se stessa potrà combattere per i propri simili e affrontare il suo prodigioso destino.

30 review for Dormire in un mare di stelle. Volume 2

  1. 5 out of 5

    Mirko Smith

    Un finale forse troppo veloce e per certi versi scontato. Devo dire che comunque Paolini è riuscito a conquistarmi con questo nuovo libro. Ho apprezzato parecchio il lavoro dietro alla costruzione del mondo e, arrivato alle ultime pagine, mi sono ritrovato (inaspettatamente) molto affezionato ai tutti i personaggi. Sicuramente un romanzo che è lontano dalla perfezione, che soffre della sua eccessiva lunghezza e del tentativo da parte di Paolini di scrivere alcune parti con uno stile che non fa ass Un finale forse troppo veloce e per certi versi scontato. Devo dire che comunque Paolini è riuscito a conquistarmi con questo nuovo libro. Ho apprezzato parecchio il lavoro dietro alla costruzione del mondo e, arrivato alle ultime pagine, mi sono ritrovato (inaspettatamente) molto affezionato ai tutti i personaggi. Sicuramente un romanzo che è lontano dalla perfezione, che soffre della sua eccessiva lunghezza e del tentativo da parte di Paolini di scrivere alcune parti con uno stile che non fa assolutamente per lui. Nonostante questo è un’opera di fantascienza godibile e avventurosa che riserva dei momenti sorprendenti.

  2. 4 out of 5

    Books Buddies

    «Scegli bene viaggiatrice. Pensa tanto. Pensa veloce. Divora il cammino.» Buongiorno Book Buddies, oggi ritorniamo con il nuovissimo libro dell'acclamato autore della saga di Eragon, Christopher Paolini! Il romanzo, questa volta di fantascienza, si chiama Dormire in un mare di stelle, originariamente concepito come un unico volumone, viene pubblicato in Italia da Rizzoli in due parti, uscite rispettivamente a Settembre e Ottobre 2020. Il libro racconta la storia della xenobiologa Kira Navarez, i «Scegli bene viaggiatrice. Pensa tanto. Pensa veloce. Divora il cammino.» Buongiorno Book Buddies, oggi ritorniamo con il nuovissimo libro dell'acclamato autore della saga di Eragon, Christopher Paolini! Il romanzo, questa volta di fantascienza, si chiama Dormire in un mare di stelle, originariamente concepito come un unico volumone, viene pubblicato in Italia da Rizzoli in due parti, uscite rispettivamente a Settembre e Ottobre 2020. Il libro racconta la storia della xenobiologa Kira Navarez, in missione sulla luna Adrasteia, nel sistema di Sigma Draconis, come parte di una spedizione di ricerca per assicurare che ci siano le condizioni per fondare una nuova colonia terrestre. Dopo la scoperta dei motori Markov, che permette di viaggiare nello spazio superluminale, gli esseri umani hanno colonizzato vari sistemi stellari della galassia, creando una Lega di pianeti e colonie. Durante la sua missione Kira troverà, però, qualcosa che non dovrebbe e la sua scoperta avrà conseguenze galattiche, mostrando agli umani che non sono soli come credevano. Che dirvi? Si tratta, come dice lo stesso autore, di una grande opera spaziale! Nel libro troverete tutto quello che non può mancare agli appassionati di fantascienza: navi spaziali, pianeti sconosciuti, alieni, laser, battaglie e tanti tanti tentacoli! Sì, sembra strano, ma una volta letto il libro capirete anche voi! Avevamo già conosciuto la meticolosità e la bravura di Paolini nel creare mondi e inventare personaggi, ma questa volta siamo ad un livello superiore. Il giovane e inesperto Eragon ha preso le sembianze di una donna matura e coraggiosa, pronta a sacrificarsi per salvare la galassia, da errori che lei stessa ha commesso. Con il protagonista, anche l’autore è cresciuto e il suo stile è diventato maturo e consapevole. Dietro alla storia principale ci sono anni di ricerche e di studio, che emergono chiaramente dall'appendice al romanzo, in cui sono spiegate dettagliatamente e scientificamente molte delle invenzioni del romanzo, dal motore Markov, alle tipologie di viaggi spaziali, alla politica della galassia del futuro. Proprio grazie a questa appendice potete avere la certezza che il libro non sia per nulla complesso o macchinoso, come spesso capita con alcuni romanzi di questo genere. Le pagine scorrono veloci e si arriva alla fine senza rendersene davvero conto. Come avete intuito, il worldbuilding è perfetto, capace di trasportare il lettore in un meraviglioso viaggio attraverso le stelle. I personaggi sono ben studiati e caratterizzati, difficile non affezionarsi allo sgangherato equipaggio della Wallfish, al fianco di Kira fino alla fine della sua missione. Lo stile di scrittura è fluido e semplice, con passaggi quasi poetici e pause riflessive. L’unica pecca che mi sento di muovere all’autore riguarda i combattimenti spaziali, a volte un po’ confusi e pieni d’azione. Forse, sono troppo abituato a vedere la fantascienza sul grande schermo, ma credo sia molto difficile ricreare lo stesso effetto sulle pagine di un libro, quindi la mika non è una vera e proprio critica. Con questo non posso che consigliarvi assolutamente di leggere questo libro meraviglioso! Adesso attendiamo con ansia di poter leggere qualcos’altro in quello che Paolini definisce Fractalverse!

  3. 5 out of 5

    Kateřina

    Ale snažila se. A zjistila, že někdy je nutné učinit rozhodnutí, jakékoliv, ačkoliv není jasné, která cesta je správná. Takový přepych život poskytuje jen zřídkakdy. (str. 331) Byla jsem pořádně naštvaná, když jsem se dozvěděla, že jedna dlouhá kniha byla nejen českými nakladatelstvími rozkouskována a já musela po velmi povedené první části čekat na tu druhou měsíc a půl. Ale možná, že to nakonec mělo své výhody, protože mně zbylo víc času nad celým příběhem přemýšlet a najít si na něj pak i víc Ale snažila se. A zjistila, že někdy je nutné učinit rozhodnutí, jakékoliv, ačkoliv není jasné, která cesta je správná. Takový přepych život poskytuje jen zřídkakdy. (str. 331) Byla jsem pořádně naštvaná, když jsem se dozvěděla, že jedna dlouhá kniha byla nejen českými nakladatelstvími rozkouskována a já musela po velmi povedené první části čekat na tu druhou měsíc a půl. Ale možná, že to nakonec mělo své výhody, protože mně zbylo víc času nad celým příběhem přemýšlet a najít si na něj pak i víc soustředění, jak ve víru zimního zkouškového. Obdivuji Paoliniho, za to, co vytvořil a taky kolik času a úsilí ho celá kniha stála. Prvotní návrh děje ho napadl už v letech 2006 – 2007, originální napsaná verze z roku 2016 čtenářsky nefungovala a příběh musel být přepsán. Ta cesta k tomuto dílu byla tak strastiplná, ale o to víc víte, že vám autor nepředává žádný rychle napsaný polotovar, ale knihu, se kterou prožil veliký kus svého života. A taky, že mu prostě a jednoduše, na té knize a dovedení do její nejlepší podoby velice záleželo. Spát v moři hvězd jako celek (když nebudu brát v potaz to nakladatelské dělení na dvě části) je obrovská výpravná cesta, která se svým dějem tváří skoro jako nějaká minimálně trilogie. Ovšem všechno toto je vlastně obsaženo jen v jedné knize, ve fungujícím celku, kdy Paolini vybudoval příběh hodný zfilmování, příběh o síle jedince i komunity, vědy, techniky. Je to kniha, která je velmi dějově náročná a stála by minimálně za jedno další přečtení. Hlavní hrdinka Kira je ztělesněním obrovské odvahy, odolnosti a síly. Ačkoliv je jí v knize dáván obrovský prostor, druhá část ještě více poukazuje na osudy posádky Šneka a vše spěje do velikého epického finále. Při čtení mi v myšlenkách vířily neskutečné představy Paoliniho světa, který se nezdráhal všech úskalí sci-fi, a i když sám není ani matematik, ani fyzik, zasvětil velkou část sil do toho, aby kniha byla co nejuvěřitelnější – viz sekce Dodatky na konci této druhé části. I když se jedná o dílo, kde vystupují mimozemské bytosti, stále na této knize je něco, co si říkáte, by se jednou klidně mohlo stát. Po přečtení mně skoro ukápla slza. Člověk má pocit, jako kdyby s Kirou a posádkou Šneka strávil šíleně moc času, je neskutečné, jak moc se zvláště osobnost hlavní hrdinky za celý děj vyvinula. Druhá část má větší spád jak ta první a myslím si, že nakladatelství příběh rozdělilo v té nejlepší chvíli. Celkově jsem velmi ráda, že se opravdu originálně jedná o jednu celistvou knihu, a nikoliv o táhlou sérii, což je více typické právě u sci-fi žánru. Přesto si myslím, že kniha není úplně pro každého. Děj je zamotaný a komplikovaný a vyžaduje opravdu velikou dávku pozornosti. Avšak si myslím, že fanoušci sci-fi si opravdu přijdou na své. Ti čtenáři, kteří se nebojí komplikovaných zápletek a i velikého poukázání na vědu a techniku. Je to přesně takový ten typ knihy, který jsem v dnešních dnech potřebovala. Jedná se o únik do jiného světa, plného mezihvězdných letů, technologií, nových populací, strachu a nenávisti, ale nakonec i veliké síly, soudržnosti a přátelství. Paolini se dokázal vyvarovat klišé a čtenáři opravdu předložil krásný obraz sci-fi žánru naší generace. Už teď se těším na re-reading celé knihy dohromady. Logika má své meze. Někdy je jediným lékem na tmu jiný jasně žhnoucí plamen. (str. 188)

  4. 4 out of 5

    grebxytrailibri

    Anche chi non ama la fantascienza, potrebbe amare questi libri. Premessa: Dormire in un mare di stelle è il primo vero libro che leggo di questo genere, la mia opinione è soggettiva e sulla base del fatto che sono nuova in questo enorme universo. Ho deciso di fare una recensione che valesse per entrambi i volumi perché è come se l'autore avesse concluso un libro unico, ma poi si sia reso conto che era troppo lungoe quindi ha deciso di dividerlo in due parti. Sarebbe stato difficile, per me, fare u Anche chi non ama la fantascienza, potrebbe amare questi libri. Premessa: Dormire in un mare di stelle è il primo vero libro che leggo di questo genere, la mia opinione è soggettiva e sulla base del fatto che sono nuova in questo enorme universo. Ho deciso di fare una recensione che valesse per entrambi i volumi perché è come se l'autore avesse concluso un libro unico, ma poi si sia reso conto che era troppo lungoe quindi ha deciso di dividerlo in due parti. Sarebbe stato difficile, per me, fare una recensione solo per il primo. Non sarebbe stata soddisfacente. La prima parte credo che nasca proprio per portare il lettore nel mondo che Paolini ha scelto di creare, impari nuovi termini e ti adegui alla logica di una vita diversa da quella in cui viviamo normalmente. La protagonista, Kira, è stata una certezza per me. All'inizio non ci siamo volute bene, ci siamo snobbate e giudicare; successivamente ho avuto modo di comprendere quanto fosse umana, quanto le sue scelte fossero veritiere e per nulla ricreate solo per farla diventare un'eroina. In questo viaggio incontriamo persone che hanno paura, che non nascono per essere qualcuno, che commettono errori e che, a causa di questi errori, perdono chi amano. Incontriamo anche degli alieni, esseri avanzati che gli umani pensavamo fossero ormai estinti o irraggiungibili, data l'immensità dello spazio. Incontriamo gli incubi, che non possono essere risolti da occhi che vengono aperti o da una luce alla fine del tunnel. Gli incubi vanno affrontati e accettati, perché gli incubi sono i dolori che reprimiamo. Ho amato questi libri, li ho amati a tal punto che mi sono sentita malissimo qundo li ho conclusi. Ho pianto per l'addio ai personaggi a cui ho voluto bene, al finale scelto dall'autore e alla consapevolezza che tutto è incerto, come nello spazio. Consiglio questo libro anche a chi non ama la fantascienza, perché ci sono dei significati che vanno oltre un nuovo pianeta scoperto.

  5. 4 out of 5

    Vendea

    I druhá půlka dospěláckého Paoliniho byla pecka, kterou jsem si užila od začátku do konce. Co víc říct. Sci-fi běžně nečtu, takže se nevyznám, ale za mě to byla paráda. Samotný konec mě celkem překvapil, ale upřímně... asi jsem to měla čekat. To, na co jsem čekala v první půlce, se mi splnilo, takže spoko. Od Christophera bych upřímně přečetla cokoliv. 4.5/5*

  6. 5 out of 5

    Petra

    Slabšie ako prvá časť, ale stále zaujímavé a plné akcie.

  7. 4 out of 5

    Il confine dei libri

    Per leggere la recensione in blog cliccare qui: https://ilconfinedeilibri.blogspot.co... Per leggere la recensione in blog cliccare qui: https://ilconfinedeilibri.blogspot.co...

  8. 4 out of 5

    Robs (Trelkovski)

    In un secondo volume più adrenalinico del primo, Paolini non lascia il tempo di un respiro e fa venire il batticuore. Se, nel primo volume c’è una costante alternanza tra azione e inerzia, in questo secondo volume non c’è spazio per temporaggiamenti vari. Nel primo volume avevo riscontrato una certa difficoltà a causa dei termini scientifici e fantascientifici un po’ aulici, ma in questo secondo volume quest’ostacolo è stato superato e la lettura è andata spedita anche più del primo volume, porta In un secondo volume più adrenalinico del primo, Paolini non lascia il tempo di un respiro e fa venire il batticuore. Se, nel primo volume c’è una costante alternanza tra azione e inerzia, in questo secondo volume non c’è spazio per temporaggiamenti vari. Nel primo volume avevo riscontrato una certa difficoltà a causa dei termini scientifici e fantascientifici un po’ aulici, ma in questo secondo volume quest’ostacolo è stato superato e la lettura è andata spedita anche più del primo volume, portandomi a finirlo in praticamente una giornata. L’unica cosa che mi ha lasciata insoddisfatta (oltre a - come avevo già detto nella precedente recensione - la poca caratterizzazione dei personaggi) purtroppo, è stato il finale che, per quanto commovente, per i miei gusti è fin troppo affrettato.

  9. 4 out of 5

    psiedoll

    Il Secondo volume di Dormire in un mare di Stelle mi ha dato la conferma di avere di fronte una storia pazzesca. Paolini è riuscito a creare uno sci-fi differente, una sorta di odissea nello spazio,con dei personaggi che rimarranno nel cuore a lungo. Una crew scalmanata e degli alieni da affrontare, la seconda parte è piena di azione e colpi di scena. L'unico appunto è stato un finale un po' affrettato, anche se comunque inaspettato e coerente con la storia e la crescita dei personaggi. Da leggere Il Secondo volume di Dormire in un mare di Stelle mi ha dato la conferma di avere di fronte una storia pazzesca. Paolini è riuscito a creare uno sci-fi differente, una sorta di odissea nello spazio,con dei personaggi che rimarranno nel cuore a lungo. Una crew scalmanata e degli alieni da affrontare, la seconda parte è piena di azione e colpi di scena. L'unico appunto è stato un finale un po' affrettato, anche se comunque inaspettato e coerente con la storia e la crescita dei personaggi. Da leggere se avete amato Illuminae e Aurora Rising.

  10. 4 out of 5

    Sagiwi

    This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here. Questo secondo volume mi ha coinvolto molto, dopo aver conosciuto bene i personaggi nel primo, mi sono potuta godere di più l'azione e le ultime missioni, immedesimandomi, soffrendo e morendo d'ansia ad ogni scena. Il finale, però, mi ha lasciato con l'amaro in bocca. Mi è piaciuto il significato che ha voluto dargli, molto simbolico, ma allo stesso tempo non mi ha completamente soddisfatta in quanto l'ho trovato un po' troppo aperto, nonostante penso sia fatto per lasciare spazio all'interpretazi Questo secondo volume mi ha coinvolto molto, dopo aver conosciuto bene i personaggi nel primo, mi sono potuta godere di più l'azione e le ultime missioni, immedesimandomi, soffrendo e morendo d'ansia ad ogni scena. Il finale, però, mi ha lasciato con l'amaro in bocca. Mi è piaciuto il significato che ha voluto dargli, molto simbolico, ma allo stesso tempo non mi ha completamente soddisfatta in quanto l'ho trovato un po' troppo aperto, nonostante penso sia fatto per lasciare spazio all'interpretazione del lettore. Volevo che ci fosse di più fra Kira e Falconi? Si. Ma infondo il finale aperto lascia sperare anche per loro, non sono una di quelle persone a cui piace tanto il finale "mi immolo e annullo per la patria". Inoltre, mi ha ricordato per alcuni aspetti il finale "controllo" in Mass Effect 3. Detto questo, è un libro che mi ha intrattenuto e divertito, coerente e molto interessante. Ho apprezzato le appendici scientifiche a fine libro.

  11. 5 out of 5

    Twinsta_book

    siete rimasti anche voi con il fiato sospeso alla fine del libro Dormire in un mare di stelle di Christopher Paolini? Ed anche voi, come me, attendevate con ansia di leggere il seguito? Buone notizie per voi! Il volume 2 è già uscito in tutte le librerie per Rizzoli ed io ho avuto modo di poterlo leggere in anteprima, grazie all'evento organizzano dalla splendida Alessandra di RaggyWords, approfitto per ringraziare come sempre anche la Rizzoli per la copia del libro. Ma veniamo a noi: Avevamo las siete rimasti anche voi con il fiato sospeso alla fine del libro Dormire in un mare di stelle di Christopher Paolini? Ed anche voi, come me, attendevate con ansia di leggere il seguito? Buone notizie per voi! Il volume 2 è già uscito in tutte le librerie per Rizzoli ed io ho avuto modo di poterlo leggere in anteprima, grazie all'evento organizzano dalla splendida Alessandra di RaggyWords, approfitto per ringraziare come sempre anche la Rizzoli per la copia del libro. Ma veniamo a noi: Avevamo lasciato Kira sull'orlo di una guerra intergalattica, in viaggio verso Sole insieme all'equipaggio della Wallfish e ad Itari, la medusa ribelle che desidera portare la pace fra umani e wranaui per affrontare il nemico comune costituito dagli incubi. Detto ciò vi lascio la trama di questo secondo volume senza spoiler in modo che possiate capire come più o meno si evolverà la questione: La nostra civiltà è in pericolo. Restano poche speranze, ora che la guerra dilaga in ogni angolo dell’universo contro non una, ma due potenti specie nemiche. Kira e i compagni dell’astronave Wallfish si trovano davanti a un bivio: eseguire gli ordini ricevuti e abbandonare la missione, oppure infrangere le regole e lanciarsi in un folle viaggio verso il cuore dello scontro?Kira sa di essere l’unica in grado di proteggere l’umanità e restituirle un futuro perché – ormai lo ha capito – il misterioso reperto alieno che è diventato tutt’uno con il suo corpo e la sua mente potrebbe rivelarsi l’arma decisiva per fermare il conflitto. Deve esercitarsi, però, imparare il prima possibile a padroneggiare le infinite sfumature di questo nuovo potere straordinario.È ricercata dalle autorità, fronteggia continui attacchi nemici, eppure Kira non ha più dubbi. Il pensiero della sua famiglia, di Falconi e la sua banda la accompagnano nell’ultima, colossale avventura oltre i confini dell’umano. Il traguardo è lontano e incerto, ma lei farà l’impossibile per raggiungerlo. È tutto ciò che desidera, il solo destino di salvezza: riportare la pace tra le stelle. Io sarei in grado di descrivere questo secondo volume con una sola parola: WOW! ma dato che sono oltremodo logorroica, non posso fermarmi a questa onomatopea senza aggiungere le motivazioni che la generano, perciò andiamo per gradi: L'ambientazione resta la stessa del primo volume, Paolini la approfondisce sempre di più contestualizzando gli elementi che la caratterizzano all'interno della storia, facendoli diventare addirittura funzionali alla narrazione, in tal senso non ci sono periodi descrittivi che potrebbero annoiare, bensì vediamo le cose attraverso gli occhi dei nostri personaggi, aggiungendo ogni volta un dettaglio in più alle figure create dall'immaginazione. In questo libro finalmente viene dato spazio anche agli altri protagonisti della storia, Kira è una personalità davvero interessantissima, ma ad un certo punto si avverte la necessità di approfondire meglio anche gli altri, ed è bellissimo il fatto che si inizia a conoscerli attraverso la maturazione della nostra protagonista, man mano che riacquista fiducia in se stessa, riacquista fiducia nel prossimo e permette agli altri di creare un rapporto con lei. Le personalità che si apprezzano di più sono sicuramente quella di Gregorovich, il cervello di bordo un pò matto che dà brio a tutta la narrazione e strappa più di una risata, ne leggeremo la storia che lo ha portato ad affrontare la mutazione da umano a cervello super dotato e se ne comprenderà meglio la psicologia. Una debole vibrazione percorse le pareti del condotto, poi nell’intera Wallfish rimbombò una voce potente e cavernosa: «METTI GIÙ QUEL MAIALE!». Gregorovich. Anche il personaggio di Falconi diventa sempre più interessante, anche se forse è l'unico che era stato approfondito durante i primi passaggi, qui ne abbiamo una visione ancora migliore, un uomo duro pronto a tutto pur di salvare il suo equipaggio: maiali, gatti e cervelli inclusi! Dotato di un grande animo e di un grande coraggio che dimostrerà sia sul campo di battaglia che in altre situazioni un pò più piccanti che non starò qui a spoileravi, ma che faranno un pò sorridere. La narrazione procede in maniera molto più spedita rispetto al primo volume, gli accadimenti si succedono uno dopo l'altro e non danno respiro al lettore, che seppur volesse staccarsi dalle pagine no, proprio non può, è come andare sulle montagne russe, non si fa in tempo a scendere giù da un picco di climax che ecco già incombere un altro allo sfogliare della pagina. Si arriva così davvero molto rapidamente al termine del libro che presenta un finale agrodolce, stringe il cuore, ma ti fa apprezzare ancora di più tutta la storia, perchè a mio giudizio solo le storie che suscitano dei sentimenti, sono quelle davvero ben riuscite. Un passaggio d'obbligo va fatto per l'edizione, da un lato capisco l'esigenza di dividere il racconto in due volumi, perchè effettivamente sarebbe stato troppo tutto insieme, d'altro canto però mi sarei aspettata che fosse fatta in maniera più puntuale, in quanto tutte le appendici che avrebbero potuto facilitare la lettura del primo volume quali ad esempio: lo spaziotempo e il viaggio nello spazio in FTL, la cronologia ed il glossario, sarebbe stato molto più utile averli al termine del primo libro che non del secondo. Ma credo che questo sia forse l'unico appunto che mi sento di fare ad un'edizione ben fatta soprattutto in termini di impaginazione e traduzione. In definitiva mi sento di consigliare a tutto il mondo la lettura di questo piccolo preziosissimo capolavoro, certo il primo libro sarà un pò più impegnativo del secondo, ma ne vale davvero la pena!

  12. 4 out of 5

    Giusy Moscato

    RECENSIONE A CURA DEL BLOG LIBRI RIFLESSI IN UNO SPECCHIO Il volume 2 di Dormire in un mare di stelle inizia esattamente dove finisce il primo: con Kira e l’equipaggio della Wallfish che arrivano nel sistema Sole per cercare un’alleanza tra il CMU e la Lega, a rappresentanza degli umani, da una parte e il Nodo di Menti, a rappresentanza dei Wranaui, dall’altra. Però, possiamo mai fidarci degli umani, soprattutto di politici provenienti dalla Terra? Ovviamente no. Quindi le trattative non vanno a b RECENSIONE A CURA DEL BLOG LIBRI RIFLESSI IN UNO SPECCHIO Il volume 2 di Dormire in un mare di stelle inizia esattamente dove finisce il primo: con Kira e l’equipaggio della Wallfish che arrivano nel sistema Sole per cercare un’alleanza tra il CMU e la Lega, a rappresentanza degli umani, da una parte e il Nodo di Menti, a rappresentanza dei Wranaui, dall’altra. Però, possiamo mai fidarci degli umani, soprattutto di politici provenienti dalla Terra? Ovviamente no. Quindi le trattative non vanno a buon fine e Kira è costretta ancora una volta a cavarsela da sola. Beh, non è proprio da sola. Con lei ci sono gli uomini e le donne della Wallfish e, soprattutto, la Lama Morbida. E adesso che lei e la Lama Morbida hanno imparato a convivere e a conoscersi, il limite a quello che possono fare insieme diventa sempre più distante, più labile, fino ad annullarsi completamene. Perché la Lama Morbida, o il Seme, come poi scoprirà Kira, non è un’arma, non è quella la sua funzione primaria, ma è una fonte di vita e come tale può creare. Oltre alla nuova evoluzione della Lama Morbida/Seme ritroviamo tutto l’equipaggio della Wallfish, entropisti compresi, e soprattutto ritroviamo Falconi e Gregorovich. Da un lato quindi Falconi, o Salvo come ormai lo chiama Kira, che ha imparato ad aprirsi con la protagonista e da cui, ormai sembra chiaro, Kira è attratta, dall’altro Gregorovich che in questo secondo volume ho apprezzato particolarmente ed è diventato uno dei miei personaggi preferiti, se non il preferito in assoluto. All’apparenza psicopatico, nasconde diverse fragilità date dal suo essere legato indissolubilmente alla nave e alla sua paura per la solitudine dopo ciò che gli è successo prima di incontrare l’equipaggio della Wallfish. Per proteggere la sua “famiglia” prenderà delle decisioni sbagliate per cui, sinceramente, non mi sento di condannarlo. Il secondo volume di Dormire in un mare di stelle è più breve del precedente (n.d.r. ricordo che nella versione originale i due volumi erano un unico romanzo, suddiviso nella versione italiana), ma presenta capitoli più intensi. Adesso conosciamo bene i personaggi, adesso conosciamo bene la minaccia che incombe sull’universo e, purtroppo, cominciamo a prevedere anche il finale a cui porterà la storia. Ecco, proprio il finale è forse la parte che più mi ha lasciata insoddisfatta. Da una parte, mi ricordava molto il finale di Inheritance, quindi avrei preferito qualcosa di più originale, dall’altra avrei gradito una conclusione diversa per Kira perché è come se ci fosse il lieto fine per tutti tranne che per lei e, dopo aver letto in suoi pensieri per circa 1300 pagine, finisci con l’empatizzare con lei e desiderare per lei quel lieto fine che le è stato brutalmente strappato all’inizio del romanzo. Questa, però, è solo una mia opinione personale. In ogni caso, il finale è perfettamente in linea con il romanzo e non ne intacca la bellezza. Per di più, il finale è molto aperto, il che permette all’autore – un giorno, chissà – di ritornare a raccontare le storie di questo universo. Una cosa che ho trovato molto interessante sono le appendici a fine libro, dove l’autore spiega il mondo che ha creato. Io e la fisica abbiamo litigato da tempo immemore, ma chi mastica un po’ la materia sono sicura che troverà interessante le spiegazioni del viaggio subluminare e dei combattimenti nello spazio. Inoltre, l’autore include anche un accurato glossario con la spiegazione dei termini e dei nomi utilizzati nel romanzo e una cronologia che spiega brevemente ciò che accade nei 250 anni che separano il nostro tempo dal tempo della storia che stiamo leggendo. Un’altra chicca che mi sento di sottolineare sono le note dell’autore a conclusione di tutto, dove Paolini racconta senza mezzi termini le difficoltà che ci sono state dietro la stesura di questa storia. Una storia che è nata ai tempi non sospetti della pubblicazione di Eldest e la cui stesura ha impiegato ben nove anni, nove anni in cui molto è cambiato dalla prima stesura. Paolini, infatti, ci sbatte in faccia la realtà, ci dice chiaramente che non riusciva a scrivere il romanzo e che la prima stesura era stata bocciata dalla sua beta-reader (la sorella Angela), dal suo agente e dalla sua editor. Leggere adesso questo meraviglioso libro che ci ritroviamo tra le mani e sapere quante ne ha dovute passare prima di essere scritto in questo modo ci mostra chiaramente l’autore oltre le parole ed è una cosa che apprezzo parecchio. In più, può essere una fonte di stimolo per gli aspiranti autori che, leggendo il romanzo, avranno pensato “vorrei saper scrivere così”. Ecco: potete farcela. Dovete solo impegnarvi. Assolutamente specchio speciale più che meritato anche per questo secondo volume, in attesa di vedere realizzato il film (di cui sono stati già comprati i diritti) e che Christopher Paolini ci regali un’altra delle sue favolose opere (e magari questa volta impieghi meno tempo per scriverle).

  13. 4 out of 5

    Lovereading_more

    4,5 stelle In questo secondo volume le vicende riprendono da dove si erano interrotte a bordo della Wallfish, ritroviamo quindi l'ambientazione precedente tra stazioni spaziali e navicelle e ritroviamo il vecchio equipaggio che abbiamo imparato ad amare, nonchéa nostra protagonista. Le vicende si aprono con il viaggio della navicella verso il sistema di Sole per incontrare la Lega e affrontare il problema della guerra imminente. Anche se ritroviamo la vecchia compagnia, ci sono alcuni cambiamenti 4,5 stelle In questo secondo volume le vicende riprendono da dove si erano interrotte a bordo della Wallfish, ritroviamo quindi l'ambientazione precedente tra stazioni spaziali e navicelle e ritroviamo il vecchio equipaggio che abbiamo imparato ad amare, nonchéa nostra protagonista. Le vicende si aprono con il viaggio della navicella verso il sistema di Sole per incontrare la Lega e affrontare il problema della guerra imminente. Anche se ritroviamo la vecchia compagnia, ci sono alcuni cambiamenti che saltano agli occhi fin da subito, soprattutto in Kira. Nel primo volume infatti era tangibile il suo senso di solitudine e anche la sua frustrazione nel non riuscire a cambiare le cose che le erano capitate, qui invece se ne ha un sentore, tuttavia è molto più evidente la sua risolutezza e la sua determinazione. Kira, che già era molto maturata, raggiunge nuove consapevolezze e soprattutto matura e muta anche il suo rapporto con la Lama Morbida. Finalmente si comincia a capire molto di più su questo xeno che non viene più utilizzato solo per distruggere ma anche e soprattutto per creare, egli arriva addirittura ad attribuirsi un nuovo nome, Seme, che lascia intendere così la sua natura di essere capace di creare nuova vita. Un altro personaggio che ha un po' più di spazio in questo capitolo è Gregorovich, che mi era piaciuto molto nel primo volume per il suo sarcasmo ma anche per la sua condizione fragile di cervello di bordo quasi danneggiato che altro non vuole che proteggere gli umani che vivono dentro di lui. Gregorovich e Kira avranno modo di parlare più a lungo in modo che lei possa conoscerlo meglio e soprattutto aiutarlo, ci viene infatti svelato qualche retroscena del suo passato e ciò che lo spinse a diventare ciò che è. In seguito a uno spiacevole evento l'equipaggio della Wallfish rischia di perderlo e davvero aspettavo con ansia di scoprire che cosa gli sarebbe capitato! Ma ciò che ho maggiormente apprezzato del secondo volume è lo stile più scorrevole, non ci sono lunghi viaggi nello spazio in cui Kira è da sola a riflettere, ma troviamo soprattutto fughe rocambolesche e combattimenti spaziali. Finalmente si giunge alla guerra intergalattica vera e propria e non mancheranno colpi di scena e combattimenti all'ultimo laser. La battaglia finale occupa parecchio spazio, come è giusto che sia, ma non l'ho trovata pesante, credo che fosse la conclusione che tutti si aspettavano anche se decisamente non mi ha un po' spiazzato ciò che è successo dopo. Aspettatevi un mega colpo di scena che lascia a bocca aperta, per me è stato un degno finale perchè pieno di tinte agrodolci. Sospetto però che questi siano i primi libri di una saga, anche se possono essere letti da soli, ci sono cose importanti che vengono lasciate a metà e proprio Kira ci fa capire che potrebbe esserci un seguito perchè alcune cose non si sono concluse come ci si aspettava. Sto provando a parlarvi di questo libro senza fare troppi spoiler ma è davvero difficile, il mio consiglio è quindi quello di leggerlo, in modo da poterne parlare insieme! Insomma il libro mi è piaciuto proprio, si capisce che è stato concepito come un unico libro perchè dove finisce uno inizia l'altro, tuttavia leggendoli di seguito questo stacco non si percepisce. Si intuisce che in Italia si è optato per la divisione in due singoli volumi perchè nelle pagine finali c'è un'appendice molto lunga scritta dall'autore, che mancava nel volume 1. In questa appendice ci sono ricerche e spiegazioni approfondite di tutto ciò che viene citato nel libro, partendo dai motori delle navi spaziali, fino ai sistemi stellari di cui si parla. Inoltre è presente un piccolo dizionario di tutti i termini particolari utilizzati, anche se di molti è facile intuirne il significato mentre si legge ho comunque apprezzato alcuni chiarimenti. Quello che mi ha conquistato di questo secondo volume è lo stile più adrenalinico e scorrevole poichè fa crescere l'ansia per la guerra che si svolgerà e in relazione ad essa si parlerà della pace, obiettivo primario di Kira e dello xeno. La tematica della pace è comune a molti libri, tuttavia ho apprezzato gli sforzi di Kira nel volerla trovare a tutti i costi non solo per se ma per le specie che andranno a coesistere, anche sacrificandosi. Alcuni risvolti della storia me li aspettavo e, anzi, era dal primo volume che ci speravo, altre cose invece mi hanno molto colpito in positivo. Che dire, non so se sarà l'inizio di una saga o se invece il finale resterà aperto lasciando al lettore il compito di immaginare cosa potrebbe succedere, quello che so è che li ho divorati e che mi sono piaciuti moltissimo!

  14. 4 out of 5

    Catillbooks

    La storia, come nel primo volume, si è confermata pazzesca. Paolini ha creato un mondo molto particolare e, nonostante il gran numero di libri sci-fi esistenti, nuovo. Questo romanzo rappresenta un viaggio, un viaggio al scoperta del mondo, ma soprattutto di sé stessi. Attraverso questo viaggio Kira scopre nuove potenzialità della tuta, così come le proprie: la propria forza, mentale in particolar modo; la sua capacità di non abbattersi, ma di concedersi ugualmente dei momenti di debolezza; la s La storia, come nel primo volume, si è confermata pazzesca. Paolini ha creato un mondo molto particolare e, nonostante il gran numero di libri sci-fi esistenti, nuovo. Questo romanzo rappresenta un viaggio, un viaggio al scoperta del mondo, ma soprattutto di sé stessi. Attraverso questo viaggio Kira scopre nuove potenzialità della tuta, così come le proprie: la propria forza, mentale in particolar modo; la sua capacità di non abbattersi, ma di concedersi ugualmente dei momenti di debolezza; la sua resilienza, il suo coraggio, le sue insicurezze, ma scopre anche che nonostante le tante difficoltà e i compagni persi, non tutto è finito e non tutto è perso, e che è anche possibile affezionarsi nuovamente a qualcuno. L’ho trovata un personaggio di grande spirito e presenza, ma anche un forte simbolo di speranza. Tutto il team della Wallfish mi ha rapita, adoro ogni elemento della squadra, così come l’affiatamento che li contraddistingue. Anche nella creazione delle Meduse e di tutto il loro background e la questione di Ctein, Paolini è stato geniale. Ha creato questa storia su un sacco di elementi diversi, e ha trovato il modo di unirli senza creare buchi né confusione. Mi piace molto pensare a questa recensione un po’ come il continuo della precedente perché in origine il libro era unico, ed è stata soltanto la Rizzoli a decidere di dividerlo in due volumi separati. L’ambientazione quindi rimane la medesima. Ci troviamo ovviamente a visitare nuovi sistemi solari, perché in questa parte del romanzo l’azione aumenta e diventa una costante. In ogni caso, a fine romanzo è possibile trovare diverse spiegazioni riguardo le meccaniche FTL e di tutte le questioni di fantascienza nominate all’interno del romanzo, quindi ritengo che questo renda la lettura super valida anche per chi è alle prime armi con le letture sci-fi e ha un po’ paura ad approcciarsi ad esse. In fine, questo romanzo mi è piaciuto veramente tanto e lo consiglio a tutti, come ho appena detto anche ai lettori che si accostano adesso al genere. Mantengo un voto di 4.5 stelline anche per questo secondo volume.

  15. 4 out of 5

    AlenGarou

    45. Ora che ho il quadro completo della situazione posso dirlo: oh my gosh. Dormire in un mare di stelle è stato un parto per Paolini, ma un parto che a mio avviso ha dato alla luce una piccola perla del genere. Anche se i finali non li sa proprio scrivere. La seconda parte di questa galattica avventura si concentrerà sulla battaglia finale, motivo per cui rinnovo il mio grande meh per come la Rizzoli ha deciso di dividere il libro. Leggere di navi che esplodono nello spazio è sempre di grande intr 45. Ora che ho il quadro completo della situazione posso dirlo: oh my gosh. Dormire in un mare di stelle è stato un parto per Paolini, ma un parto che a mio avviso ha dato alla luce una piccola perla del genere. Anche se i finali non li sa proprio scrivere. La seconda parte di questa galattica avventura si concentrerà sulla battaglia finale, motivo per cui rinnovo il mio grande meh per come la Rizzoli ha deciso di dividere il libro. Leggere di navi che esplodono nello spazio è sempre di grande intrattenimento quanto da prescrizione di ansiolitici, ma a lungo andare appare ripetitivo e scontato. Motivo per cui tutta l’epopea di dialoghi alla fine della prima parte non avrebbero appesantito la seconda. Anzi. Tuttavia, devo ammettere che la battaglia tra Kira e il dittatore delle Meduse è stata epica e da tachicardia. Quella che invece è stata una sorpresa (o quasi) deliziosa, è stato scoprire finalmente il vero ruolo della Lama Morbida in quest’universo. E non ha nulla a che vedere con la morte, fidatevi. Kira si è dimostrata un’ottima protagonista, così come un’ottima persona, ma come ho scritto nella prima recensione il best rimane solo lui: Falconi. E anche Gregorovich. Ma ormai credo di aver un problema con le IA. Freud sarebbe fiero di me. Ad ogni modo Falconi si è dimostrato MOLTO coraggioso all’interno di questo volume quanto umano. E ammetto che sono stupida da come abbia gestito la questione di Kira in modo così tranquillo. Insomma… la sua forma finale non è esattamente rassicurante, ma sono dettagli. Per quanto riguarda la trama, è molto più adrenalinica e scorrevole della precedente metà. Gli umani riescono a fare solo casini e questo è un dato di fatto, tuttavia abbiamo insita quella cosa che ci porterà alla rovina: la speranza. E speriamo che la pace con le Meduse duri sta volta, va. Per concludere, Dormire in un mare di stelle è stata una piacevole scoperta e lettura. Mi sono divertita molto e ho apprezzato la precisazione scientifica di Paolini: il worldbuilding e la caratterizzazione dei personaggi sono impeccabili, così come il lore, eppure… Il finale è stato troppo. Troppo sopra le righe e troppo lungo e dispersivo. Ma come ho detto si sa che Paolini perde sempre nelle ultime pagine. Non per questo posso dirmi delusa.

  16. 5 out of 5

    Stephi

    Tanto di cappello a Paolini per ogni singola virgola di questo libro. Personaggi, trama, ambientazioni, in ogni parola si percepisce lo studio che ci ha messo dietro questa storia, un lavoro durato NOVE ANNI che a mio avviso si sentono tutti, perché ogni cosa è perfetta. Kira, Falconi, la Wallfish, ma anche tutti i personaggi rimasti un po’ in disparte così come gli universi ideati dall’autore mi resteranno nel cuore a lungo. Wow!

  17. 5 out of 5

    Lexi

    >> Il Mio Pensiero- Review ⚜️ Non perdetevi le prossime recensioni: Seguitemi su Facebook >> Il Mio Pensiero- Review ⚜️ Non perdetevi le prossime recensioni: Seguitemi su Facebook

  18. 5 out of 5

    Ire - librigattiecioccolata

    Se già adoravo questo autore perché da ragazzina ho amato la saga di Eragon, non potete immaginare quanto lo ami dopo la duologia Dormire in un mare di stelle. Leggere pagina dopo pagina fino ad arrivare alla fine, svela tutto il lavoro e la ricerca dietro a questi libri. Ma non solo: Kira nel secondo libro cresce ed ha ancora più spessore, superando il limite più grande: amare e capire ciò che è diverso da noi. Volare nello spazio insieme a lei è la più grande avventura che abbia fatto quest'an Se già adoravo questo autore perché da ragazzina ho amato la saga di Eragon, non potete immaginare quanto lo ami dopo la duologia Dormire in un mare di stelle. Leggere pagina dopo pagina fino ad arrivare alla fine, svela tutto il lavoro e la ricerca dietro a questi libri. Ma non solo: Kira nel secondo libro cresce ed ha ancora più spessore, superando il limite più grande: amare e capire ciò che è diverso da noi. Volare nello spazio insieme a lei è la più grande avventura che abbia fatto quest'anno e che mi ha portata oltre quel limite di immaginazione che di solito non supero. Ho amato lei e la sua squadra come se fossero una famiglia: ad ogni battaglia ero schierata accanto a loro con il cuore a mille impaziente di buttarmi nella mischia, con l'urgenza di essere sicura che tutti si sarebbero salvati. L'unica cosa che posso dirvi è leggete questo libro. Lasciate stare il fatto che è un libro di fantascienza, ambientato nello spazio, in cui l'umanità si trova in guerra con degli alieni. Vi garantisco che appena finirete il primo capitolo non ricorderete più questo piccolo dettaglio, ma sarete già coinvolti in un'avventura che non dimenticherete mai.

  19. 5 out of 5

    Sara Crosariol

    Mi piace Paolini. Anche questo libro è riuscito a catturarmi. Incredibile studio dietro il libro per costruire questo futuro, fantastiche le appendici finali con spiegazioni più dettagliate. Un pó troppo corto forse, poteva essere unito al primo o essere sviluppato di più.

  20. 5 out of 5

    Nadia Giuliani

    Una degna continuazione del primo libro..si vede che dietro a questi due libri c'è uno studio e una preparazione importanti. L'unica cosa è che dopo un po' tutte le battaglie mi sembrano uguali,in più ho fatto un po' più di fatica nell'immaginarmi le scene Una degna continuazione del primo libro..si vede che dietro a questi due libri c'è uno studio e una preparazione importanti. L'unica cosa è che dopo un po' tutte le battaglie mi sembrano uguali,in più ho fatto un po' più di fatica nell'immaginarmi le scene

  21. 5 out of 5

    Laura

    La cosa che ho amato di più di questi libri/libro sono assolutamente i personaggi 💛 e in particolare Falconi tutta la vita💛

  22. 4 out of 5

    ChiaraZ

    Non ho capito.

  23. 4 out of 5

    Chiara

    Anche se sarebbe più un 2,5 ⭐

  24. 5 out of 5

    Alice

    Per il secondo volume vale quanto già detto per il primo libro, aggiungendo che secondo me non sarebbero dovuti essere divisi. In generale, proprio tutto il libro sarebbe dovuto essere un po' più corto, ci sono parti che secondo me non aggiungono troppo alla storia. Il finale mi ha lasciata un po' perplessa, ammetto che non mi è piaciuto tanto, ma la è sicuramente molto originale ed estremamente inaspettato. Per il secondo volume vale quanto già detto per il primo libro, aggiungendo che secondo me non sarebbero dovuti essere divisi. In generale, proprio tutto il libro sarebbe dovuto essere un po' più corto, ci sono parti che secondo me non aggiungono troppo alla storia. Il finale mi ha lasciata un po' perplessa, ammetto che non mi è piaciuto tanto, ma la è sicuramente molto originale ed estremamente inaspettato.

  25. 4 out of 5

    Marianna Rainolter

    La mia recensione è del romanzo nel suo complesso, del Volume 1 e 2 dell'edizione italiana. Adoro Christopher Paolini e per mesi ho sentito parlare di questo suo nuovo romanzo da noi diviso in due volumi. Un universo sci-fi, un futuro lontano con una tecnologia avanzata dove Kira, la nostra protagonista, entrerà in contatto con una creatura aliena misteriosa e che tutti da ogni parte della galassia sono intenzionati a distruggere. Una storia lunga, ma molto avvincente, complessa in alcuni punti i La mia recensione è del romanzo nel suo complesso, del Volume 1 e 2 dell'edizione italiana. Adoro Christopher Paolini e per mesi ho sentito parlare di questo suo nuovo romanzo da noi diviso in due volumi. Un universo sci-fi, un futuro lontano con una tecnologia avanzata dove Kira, la nostra protagonista, entrerà in contatto con una creatura aliena misteriosa e che tutti da ogni parte della galassia sono intenzionati a distruggere. Una storia lunga, ma molto avvincente, complessa in alcuni punti in altri più chiara. Si vede che l’autore ha elaborato un intero mondo dandogli una forte identità, storia, modi di fare, scienza, tecnologia che si vedono anche se a volte sembrano confusi o non sono chiariti immediatamente nell'opera. I personaggi sono tanti, ma ben caratterizzati, in particolare Kira e il suo rapporto con la creatura aliena che è letteralmente una seconda pelle per lei e le rende la vita difficile, mettendo a repentaglio anche i suoi rapporti umani oltre che la sua incolumità. Non è un romanzo perfetto, sopratutto nel secondo volume, nella parte finale, ci sono delle parti alquanto confusionarie e forse non ben chiare, però ho molto apprezzato questo mondo e la sua complessità. Vedo la maturità dell'autore e che ha fatto degli studi per creare questo mondo ed elaborare la storia di questo romanzo, dando anche delle basi per dei volumi ambientanti nel Fractalverse. E mi piacerebbe molto esplorare nuovi mondi, situazioni, ritrovare alcuni personaggi incontrati in Dormire in un mare di stelle. Ripeto che ha dei difetti, la scrittura (o la traduzione?) non sono sempre chiari e quindi fanno risultare la storia un po' pesante, trovo anche che alcune cose potevano non essere spiegate nell'appendice ma prima per una maggiore comprensione; detto questo la storia regge ed è molto appassionante. Per me consigliato e mi permetto un "Bentornato Christopher!".

  26. 5 out of 5

    ValentinaMeana

    1/2 Oggi ho il piacere di proporvi la recensione del secondo volume del dittico fantascientifico, scritto dall’autore fantasy Cristopher Paolini: “Dormire in un mare di stelle”. Vi anticipo che, complessivamente, il libro mi è piaciuto, forse leggermente meno del primo che ho trovato più avvincente e molto più fluido. Per proseguire la lettura della recensione vi lascio il link: http://www.leggeredistopico.com/2021/... Buona lettura 1/2 Oggi ho il piacere di proporvi la recensione del secondo volume del dittico fantascientifico, scritto dall’autore fantasy Cristopher Paolini: “Dormire in un mare di stelle”. Vi anticipo che, complessivamente, il libro mi è piaciuto, forse leggermente meno del primo che ho trovato più avvincente e molto più fluido. Per proseguire la lettura della recensione vi lascio il link: http://www.leggeredistopico.com/2021/... Buona lettura

  27. 4 out of 5

    violet___sofia

    Bellissimo libro, consiglio veramente😢🤩

  28. 5 out of 5

    Isabella

  29. 4 out of 5

    Vichky Angelica

  30. 5 out of 5

    Lizz

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...
We use cookies to give you the best online experience. By using our website you agree to our use of cookies in accordance with our cookie policy.